PIANO DELLE AZIONI POSITIVE PER LE PARI OPPORTUNITÀ – TRIENNIO 2013/15

PREMESSA

Le azioni positive sono misure speciali mirate a rimuovere gli ostacoli per consentire la piena ed effettiva parità di opportunità tra uomini e donne. La Comunità Montana dei Monti Sabini Tiburtini Cornicolani Prenestini, consapevole dell’importanza di uno strumento finalizzato all’attuazione delle leggi di pari opportunità, intende applicare la normativa, rispettare i diritti di uomini e donne, al fine di migliorare, nel rispetto del CCNL e della normativa vigente, i rapporti con il personale dipendente e con i cittadini.

Analisi – DATI del PERSONALE

L’analisi dell’attuale situazione del personale dipendente in servizio presenta il seguente quadro di raffronto tra la situazione di uomini e donne lavoratori:

al 1 gennaio 2013 il personale dipendente in servizio a tempo indeterminato risulta:

QUALIFICA               DONNE                 UOMINI                 TOTALE

B                               1                             1                             .2

D                               1                             1                             2

Dirigenza                  0                            1                             1………….

Il piano delle azioni positive è orientato a garantire l’uguaglianza delle opportunità offerte alle donne ed agli uomini nell’ambiente di lavoro, ed a promuovere politiche di conciliazione delle responsabilità professionali e familiari.

LE AZIONI POSITIVE

OBIETTIVO 1Costituzione CUG

Si propone la costituzione del CUG con specifico riguardo ai temi del benessereorganizzativo ed individuale.

OBIETTIVO 2 –  Assunzioni

La Comunità Montana si impegna ad assicurare nelle commissioni di concorso e selezione, la presenza di un terzo dei componenti di sesso femminile e comunque nel rispetto di quanto previsto dall’art. 57 del d.lgs.165/2001, come modificato dalla l. 215 del 23.11.2012.

Nella selezione non è privilegiato l’uno o l’altro sesso.

Per l’accesso a particolari professioni, la Comunità Montana si impegna a stabilire requisiti di accesso ai concorsi/selezioni che siano rispettosi e non discriminatori delle naturali differenze di genere.

Non ci sono posti in dotazione organica che siano prerogativa di soli uomini o di sole donne.

 OBIETTIVO 3 –  Sensibilizzazione – Formazione

I piani di formazione dovranno tenere conto delle esigenze di ogni settore consentendo uguale possibilità per le donne e gli uomini lavoratori di frequentare i corsi di formazione.

OBIETTIVO 4 –  Strutture e servizi – Conciliazione e flessibilità orarie

La Comunità Montana intende favorire l’adozione di politiche afferenti i servizi e gli interventi di conciliazione tra le responsabilità familiari e professionali; promuovere pari opportunità tra donne e uomini in condizioni di difficoltà o svantaggio al fine di trovare una soluzione che possa meglio conciliare la vita professionale con la vita familiare. Migliorare la qualità del lavoro e potenziare le capacità di lavoratrici e lavoratori mediante utilizzo di tempi più flessibili.

Valutare e risolvere, nel rispetto di un equilibrio fra esigenze dell’amministrazione e le richieste dei dipendenti, particolari necessità di tipo familiare o personale.

OBIETTIVO 5 – Barriere architettoniche

Analisi delle barriere architettoniche e dell’accessibilità e rimozione delle stesse.

OBIETTIVO 6 – Rete

                Creazione rete delle associazioni femminili.

DURATA

Il presente Piano ha durata triennale 2013-2015

Il Piano verrà pubblicato all’Albo Pretorio on-line sul SITO INTERNET istituzionale ed inviato ai Responsabili di Servizio

Potrebbero interessarti anche...